Creative Directors

Profile


Il designer vivente migliore al mondo - Alessandro Mendini





Alessadro Mendini / Alessandro Mendini è nato a Milano nel 1931. Si è laureato in architettura al Politecnico di Milano. Ha diretto le riviste Casabella (1970~1976) , Modo (1977~1981) e Domus (1980 -1985; 2010-2011). È membro onorario dell’Accademia di Belle Arti Bezalel a Gerusalemme e collabora con aziende Cartier, Hermès, Swarovski, Alessi, Bisazza, Venini, Zanotta. Nel 1979, il 1981 e il 2014 ha ricevuto il Premio Compasso d’oro; in Francia è stato insignito del titolo di Chevalier des Arts et des Lettres; l’Architectural League of New York gli ha attribuito il titolo onorario; ha ricevuto la laurea ad  honorem dal Politecnico di Milano e dall 'Ecole Normale Supérieure de Cachan in Francia.




Direttore di riviste ha cambiato il Panorama del Design Mondiale / Mendini, il designer più stimato dai designer di tutto il mondo, è stato per molto tempo direttore di alcune riviste di architettura e di design prima di cominciare la sua carriera di designer e architetto. Le riviste per cui ha lavorato, Casabella, Modo e Domus, godono di un grande prestigio a livello mondiale. Queste riviste, non solo hanno contribuito a far conoscere il design italiano nel mondo, ma hanno anche proposto un concetto di design innovativo, in contrasto con  il design tradizionale. Soprattutto, hanno avuto un peso decisivo nell’attribuire al design e all’industria italiana un ruolo di primo piano a livello mondiale, in particolare al design italiano degli anni ’80. Durante gli anni ’60 e ’70, l’economia italiana attraversava un momento di difficoltà ma il paese ha potuto contare su un numero rilevante di imprese in grado di capire e apprezzare il design. Mendini è riuscito a scoprire designer di talento e a metterli in contatto con le aziende italiane: il suo impegno ha fatto sì che i designer e l’industria italiani influissero in larga parte sul mercato globale degli anni ’80.



Uno spirtito sempre giovane / Dopo aver intrapreso un percorso lavorativo incentrato sul pensiero teorico, dopo i 50 anni inizia la professione di architetto e designer e nel 1989, insieme al fratello architetto Francesco Mendini, apre a Milano l’Atelier Mendini con il quale progetta la Torre Paradiso, monumento nel Porto di Hiroshima,  Museo di Groningen in Olanda . In qualità di designer emergente, Alessandro Mendini è riuscito ad attrarre l’interesse internazionale grazie alla sperimentazione delle sue idee rappresentate in uno spazio reale. Pur in età matura, ha creato un design nuovo, giovane e innovativo. / Alessandro Mendini ha lavorato a numerosi progetti con aziende di fama internazionale. Nel 1979 inizia la sua collaborazione con la Alessi e nel 1983 presenta la collezione Tea & Coffee Piazza, divenuta poi un successo mondiale. Insieme ad Alberto Alessi coinvolge architetti internazionali nella ricerca sul design  e con loro realizza 11 servizi da te e caffé in argento. E' così che Alessandro Mendini inizia una stretta e proficua collaborazione con molti designer e architetti, ideando, sempre per Alessi altri progetti corali, come nel 1993 la collezione dei vasi 100%Make up. Queste opere non sono soltanto i must per l'attivita dell’azienda, ma sono entrate a far parte della storia mondiale del design contemporaneo. L’Atelier Mendini ha ricevuto la Medaglia d'Oro all'Architettura Italiana 2003-Triennale Museum di Milano per il progetto della Metropolitana di Napoli. Inoltre, per il Byblos Art Hotel a Verona, l’Atelier ha ottenuto il Villegiature Award come “Best Hotel Architecture and Interior Design in Europe 2006”.Il valore storico della lampada Amuleto di Ramun, progettata nel 2010, sta nel fatto che la forma anulare massimizza i vantaggi dei LED, migliora l’uniformità dell’'illuminazione, accentua i meccanismi della lampada con l’uso di materiali trasparenti ed offre una sensazione umanistica attraverso una combinazione di colori nella sua struttura minimalista, composta da cerchi e linee, senza molle o cavi. Grazie al suo bel design e prestazioni superiori, la lampada viene esibita nella Moderne Pinakothek a Monaco, Germania, uno dei più famosi musei di arte contemporanea del mondo.



"Geef altijd meer dan men verwacht" - Marcel Wanders -